Valutazione di vulnerabilità sismica di un ponte esistente: applicazione numerica

Descrizione della struttura

Il ponte è a travata semplicemente appoggiata. Presenta tre campate con luce di calcolo di 5,75 – 9,15 – 8,80 m. L’impalcato è costituito da 7 travi precompresse inglobate con i ferri di ripresa alla sommità alla soletta dell’impalcato. Le travi sono a trapezio delle dimensioni alla base di 60 cm, in sommità 42 cm ed alte 40 cm , disposte ad interasse di 107 cm. Le pile sono costituite ciascuna da semplici setti in calcestruzzo, armate con 1Ø16/40 cm, e barre orizzontali 1Ø16/35 cm.

Gli appoggi delle travi sono costituiti da cuscinetti in neoprene dello spessore di circa 25mm.

Pianta

Sezione longitudinale

Sezione trasversale

I plinti delle pile e spalle sono impostati su fondazioni profonde ovvero pali di diametro 30cm e lunghezza 8m.

Indagini svolte

Una campagna di indagini in sito è stata svolta per il rilievo geometrico e per l’esecuzione di prove distruttive e non distruttive sui materiali, finalizzata a:

· caratterizzare il c.a. delle pile e delle spalle del ponte;

· rilevare il numero e il diametro delle barre d’armatura delle pile e delle spalle.

Elementi strutturali sismoresistenti

La presente opera è, come già descritto, costituita da tre impalcati in semplice appoggio su spalle laterali e 2 pile centrali. Pertanto nella catena di trasmissione degli sforzi al suolo, si sono indagate le vulnerabilità dei seguenti elementi strutturali:

  • i plinti delle spalle;
  • i pali delle spalle;
  • le elevazioni delle pile;
  • i plinti delle pile;
  • i pali delle pile;
  • gli appoggi in neoprene delle travi dell’impalcato;
  • la perdita d’appoggio degli impalcati;
  • la chiusura del giunto longitudinale tra i due impalcati adiacenti, con innesco del martellamento.