Valutazione della risposta sismica con variabilità spaziale del moto: teoria e applicazione numerica

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

• L’analisi ed il progetto di strutture sismicamente resistenti vengono convenzionalmente condotti assumendo che l’eccitazione sismica sia la stessa in qualunque punto della superficie delle fondazioni.

• Tuttavia, dal momento che la natura del terreno di fondazione è in realtà essenzialmente eterogenea ed anisotropa, una tale assunzione non consente di fare una rappresentazione realistica dell’effettiva azione sismica, la quale cambia continuamente le sue caratteristiche durante il processo di propagazione.

• La variazione del treno d’onde sismiche avviene sia nella dimensione dello spazio che in quella del tempo

• gli effetti di una tale variazione spazio-temporale diventano consistenti qualora si prendano in considerazione strutture di grandi dimensioni.

• Quindi nel caso di viadotti di grandi dimensioni, la variazione spazio-temporale del terremoto si traduce in diverse azioni sismiche che sollecitano i diversi supporti (pile e spalle).

Una sollecitazione di questo tipo viene chiamata sollecitazione multi-supporto o sollecitazione non sincrona

La parziale correlazione del moto in differenti supporti, induce nella struttura una risposta che può differire notevolmente da quella calcolata considerando lo stesso input sismico in tutti i supporti

Per effetto del complesso moto del suolo, strutture estese rispondono con:

  1. spostamenti differenziali a livello della fondazione
  2. grandi spostamenti (assoluti e differenziali) a livello di soprastruttura
  3. Fenomeno del martellamento (o collisioni ad alta frequenza) tra campate adiacenti. Questo fenomeno amplifica gli spostamenti differenziali aumentando la possibiltà di perdita d’appoggio dell’impalcato

NB. Gli ultimi due fenomeni si osservano nei ponti isostatici con impalcati isostatici semplicemente appoggiati (tipologia molto diffusa)

Gli spostamenti differenziali a livello della sovrastruttura sono di questo tipo:

Gli spostamenti differenziali a livello della sovrastruttura sono di questo tipo:

Crollo provocato dalla variabilità spaziale del moto sismico

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

2 thoughts on “Valutazione della risposta sismica con variabilità spaziale del moto: teoria e applicazione numerica

  1. I have read this post and if I could I wish to suggest you few interesting things or tips. Maybe you could write next articles referring to this article. I wish to read even more things about it!|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *