Analisi dei cinematismi locali di collasso in edifici esistenti in muratura: applicazione numerica

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Verifiche locali: cinematismi nel piano tipo 1

Anche in tal caso la Norma prevede per i cinematismi delle forze orizzontali proporzionali alle masse (forze inerziali) trascurando quindi l’amplificazione dovuta alla risposta elastica della struttura. Ciò nasce dal fatto che si suppone la struttura infinitamente rigida.
Pertanto le forze agenti sul pannello sono riportate in figura. Si considerano anche le azioni che i tiranti scaricano sui maschi controventanti della parete.
NB I valori trovati in precedenza per T1 e T2 sono relativi ad 1m di parete. Pertanto i valori che vengono ora utilizzati si ottengono dai precedenti moltiplicandoli per il seminterasse dei pannelli (cioè 4m)

clip_image120

Forze peso

clip_image122

clip_image124

Il primo cinematismo considerato è il seguente:

clip_image125

Per determinare il moltiplicatore α0 che attiva il cinematismo, si utilizza il PLV assegnando una rotazione virtuale θ al cinematismo ipotizzatoclip_image127

NB La forza N dovuta ai carichi sovrastanti il pannello, non è applicata nello spigolo del pannello, ma in una zona di contatto. Pertanto il suo braccio è inferiore a bc. Si assume λ pari a 0.75

In figura sono riportati gli spostamenti virtuali che valgono:

clip_image131

clip_image129

Applicando il PLV al cinematismo si ottiene:

clip_image133

clip_image135

α0=0.426

Verifica pareti laterali: SLD

Essendo in tal caso il cinematismo una semplice rotazione, il PLV si riduce ad un semplice equilibrio a rotazione delle azioni orizzontali e verticali attorno alla cerniera A. L’equilibrio a rotazione attorno alla cerniera A è soddisfatta se:

MS=MR

L’accelerazione spettrale vale:

clip_image137

La verifica è soddisfatta se

clip_image071

clip_image139

 La parete è sempre verificata

Verifica pareti laterali: SLU (verifica semplificata)

L’accelerazione spettrale vale:

clip_image137

La verifica è soddisfatta se

clip_image089

clip_image141

 La parete è sempre verificata

Verifica pareti laterali: SLU

In tal caso occorre determinare la rotazione FINITA θ che annulla il momento stabilizzante MS (mediante l’applicazione del PLV per una generica rotazione infinitesima Ψ a partire dalla config. )

clip_image143

clip_image145

clip_image147

Assumendo come punto di controllo la sommità del pannello C, si ottiene:

clip_image151

clip_image149

Verifica pareti laterali: SLU (verifica mediante spettro di capacità)

ZONA 1

clip_image153

ZONA 2

clip_image155

ZONA 3

clip_image157

ZONA 4

clip_image159

clip_image161

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

4 thoughts on “Analisi dei cinematismi locali di collasso in edifici esistenti in muratura: applicazione numerica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *