Valutazione della risposta sismica con variabilità spaziale del moto: applicazione numerica

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Risultati dell’analisi dinamica non lineare al passo

Generato il modello FEM e gli input sismici si procede alla determinazione della risposta sismica della struttura a mezzo di una analisi dinamica non lineare al passo. Come già detto, vengono applicati i segnali in spostamento alla base di ciascuna stazione, ovvero alle fondazioni di ciascuna sottostruttura.

Si riportano nel seguito, a titolo di esempio, i diagrammi forza-spostamento di ciascun dispositivo antisismico ottenuti per il sisma TH7 per il viadotto EST (lunghezza di circa 670m).

clip_image021clip_image023

clip_image025clip_image027clip_image029clip_image031clip_image033clip_image035

Diagrammi forza-spostamento dei ritegni elatoplastici (sisma TH7)

clip_image037clip_image039

Diagrammi forza-spostamento dei dissipatori viscoleastici (sisma TH7)

Nel seguito si riportano la domanda di spostamento (gli spostamenti massimi per ciascun sisma, gli spostamenti medi degli spostamenti massimi dei 10 sismi) sui dispositivi di vincolo antisismici, ottenuti per i 2 viadotti e li si confrontano con la capacità di spostamento dei dispositivi stessi. Inoltre si riportano le stesse grandezze per le slitte longitudinali degli appoggi che presentano una capacità di spostamento di 150mm. In tal modo si verifica il sistema di isolamento sismico in caso di evento sismico di progetto che prende in considerazione la variabilità spaziale del moto.

clip_image042

Viadotto EST – Domanda di spostamento massima per ciascun sisma e valore medio rapportate alla capacità di spostamento dei dispositivi (dispositviti elastoplastici trasversali)

clip_image002

Viadotto EST – Domanda di spostamento massima per ciascun sisma e valore medio rapportate alla capacità di spostamento delle slitte longitudinali

clip_image046

Viadotto EST – Domanda di spostamento massima per ciascun sisma e valore medio rapportate alla capacità di spostamento dei dispositivi (dispositviti viscoelastici longitudinali)

clip_image048

Viadotto OVEST – Domanda di spostamento massima per ciascun sisma e valore medio rapportate alla capacità di spostamento dei dispositivi (dispositviti elastoplastici trasversali)

clip_image050

Viadotto OVEST – Domanda di spostamento massima per ciascun sisma e valore medio rapportate alla capacità di spostamento delle slitte longitudinali

clip_image052

Viadotto OVEST – Domanda di spostamento massima per ciascun sisma e valore medio rapportate alla capacità di spostamento dei dispositivi (dispositviti viscoelastici longitudinali)

 

Per concludere si riporta un video dove si può visualizzare l’animazione della risposta sismica dei 2 viadotti al terremoto TH7.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *