Valutazione di vulnerabilità sismica di un ponte esistente: applicazione numerica

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Rottura degli appoggi, perdita d’appoggio dell’impalcato, innesco del martellamento

Rottura dell’appoggio delle travi dell’impalcato

La rottura degli appoggi di neoprene delle travi dell’impalcato si verifica quanto la deformazione angolare a taglio dell’appoggio vale γ=1 (come già descritto in precedenza). Per cui:

clip_image115

dove hg è l’altezza complessiva degli strati di gomma dell’appoggio.

Spostamento relativo impalcato-sottostruttura ottenuto dalle analisi IDA su 7 sismi e valore medio

Intersezione della curva di domanda del sisma e della curva di capacità dell’appoggio

Dall’intersezione tra la curva di domanda del sisma e la curva di capacità strutturale rappresentata graficamente sopra, si ottiene il PGA di innesco del meccanismo di collasso che vale:

Perdita d’appoggio dell’impalcato

La perdita d’appoggio dell’impalcato si verifica quanto lo spostamento differenziale trave-appoggio è pari a 1/2 della differenza tra lo spessore del martello inferiore della trave bw e la larghezza dell’appoggio ba (come già descritto in precedenza).
Per cui

Spostamento relativo impalcato-sottostruttura ottenuto dalle analisi IDA su 7 sismi e valore medio

Intersezione della curva di domanda del sisma e della curva di capacità della struttura

Dall’intersezione tra la curva di domanda del sisma e la curva di capacità strutturale rappresentata graficamente sopra si ottiene il PGA di innesco del meccanismo di collasso che vale:

Innesco del martellamento longitudinale tra i 2 impalcati

Come già descritto in precedenza, si è fissato un giunto minimo di 30mm la cui chiusura, per effetto dello spostamento differenziale trasversale tra i 2 impalcati in caso di sisma, comporta l’innesco del martellamento.

Spostamento relativo in direzione trasv impalcato-impalcato ottenuto dalle analisi IDA su 7 sismi e valore medio

Intersezione della curva di domanda del sisma e della curva di capacità della struttura

Dall’intersezione tra la curva di domanda del sisma e la curva di capacità strutturale rappresentata graficamente sopra si ottiene il PGA che comporta un danno limitato per la struttura e che vale:

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

5 thoughts on “Valutazione di vulnerabilità sismica di un ponte esistente: applicazione numerica

  1. Hmm it seems like your blog ate my first comment
    (it was super long) so I guess I’ll just sum it up what I submitted and say, I’m thoroughly enjoying your blog.
    I as well am an aspiring blog blogger but I’m still new to the whole thing.
    Do you have any tips and hints for beginner blog writers? I’d definitely appreciate it.

  2. We’re a gaggle of volunteers and starting a whole new scheme in our
    community. Your site provided us with helpful information to work on. You’ve performed a formidable activity and
    our entire group is going to be thankful to you.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *