Danni osservati su ponti in seguito a terremoti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Rottura a taglio

La rottura a taglio delle strutture di c.a. è una rottura di tipo fragile e deve quindi essere evitata (non è una rottura di tipo duttile come quella flessionale).

Pile basse sono particolarmente sensibili alla rottura a taglio come conseguenza del rapporto elevato taglio-momento.

(a)

(b)

Fig. 1.3 Rottura per taglio delle pile: (a) 1999 Chi Chi terremoto; (B) San Fernando Bridge, California, Anno 1994 terremoto di Northridge.

Collasso delle fondazioni

Ci sono stati relativamente pochi casi di rotture delle fondazioni causate da azioni sismiche. Diverse sono le ragioni: solitamente le fondazioni non rappresentano l’anello debole della catena in quanto la loro rottura è preceduta da rotture a flessione o a taglio delle pile.

Crollo di spalle

Le spalle sono soggette alle spinte del terreno che aumentano durante l’azione sismica. Il contatto tra la parte superiore della spalla e la sovrastruttura limita lo spostamento verso l’interno nella parte superiore, con conseguente rotazione e collasso del muro superiore. Inoltre si osservano danni al sistema di supporto dell’impalcato se le rotazioni della spalla sono grandi.

(a)

(b)

Fig. 1.4 (a) crollo di una spalla, Granada Hills, 1994 Northridge earthquake; (b) spostamento di una spalla, Near Nishinomiya Port, 1995 Kobe earthquake.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

3 thoughts on “Danni osservati su ponti in seguito a terremoti

  1. Hi there, I discovered your blog by the use of Google while searching for a comparable topic, your website came up, it appears to be like good. I have bookmarked it in my google bookmarks.

  2. Do you mind if I quote a few of your articles as long as I provide credit and sources back to your blog? My blog site is in the exact same area of interest as yours and my users would definitely benefit from some of the information you present here. Please let me know if this okay with you. Appreciate it!|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *