Danni osservati su ponti in seguito a terremoti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Danneggiamenti osservati sulle strutture da ponte a seguito di recenti terremoti

Crollo di campate dovuto a perdita d’appoggio

Ci sono stati molti esempi di crolli di ponti causati dallo spostamento relativo delle campate in direzione longitudinale. Questo è stato un problema particolare per i ponti multi campata in semplice appoggio, con pile alte. Pile adiacenti separate da giunti di dilatazione possono muoversi in opposizione di fase, aumentando lo spostamento relativo.

Amplificazione di spostamenti dovuti agli effetti del suolo

Quando i ponti sono costruiti su terreni soffici o liquefacibili, si amplifica in modo esponenziale la vulnerabilità. Terreni soffici generalmente producono l’amplificazione della risposta strutturale, aumentando la probabilità della perdita d’appoggio. Quando i ponti sono sostenuti da pali insistenti in limi sabbiosi saturi o sabbie limose, può verificarsi la liquefazione del terreno, causando una perdita della portanza dei pali. Ponti con campate semplicemente appoggiate sono particolarmente suscettibili al collasso derivante dalla liquefazione.

Martellamento di strutture da ponte

Spostamenti sismici differenziali possono comportare elevati spostamenti differenziali tra strutture adiacenti e successivo conseguente martellamento. Questo è un problema che si verifica soprattutto quando le strutture adiacenti sono di diverse altezze, o comunque di diversa rigidezza. Le forze di martellamento possono essere molto elevate, causando l’amplificazione delle forze di taglio con una maggiore probabilità di rottura fragile per taglio.

(a)

(b)

(c)

(d)

Fig. 1.1 (a) Perdita d’appoggio di un impalcato semplicemente appoggiato, ponte Nishinomiya-ko 1995 terremoto di Kobe; (B) effetti della liquefazione del terreno, West Grand viadotto 1989 terremoto di Loma Prieta, (c) effetto del martellamento sul muro paraghiaia 1995 terremoto di Kobe; (D) perdita d’appoggio delle campate, 1999 Chi Chi terremoto.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

3 thoughts on “Danni osservati su ponti in seguito a terremoti

  1. Hi there, I discovered your blog by the use of Google while searching for a comparable topic, your website came up, it appears to be like good. I have bookmarked it in my google bookmarks.

  2. Do you mind if I quote a few of your articles as long as I provide credit and sources back to your blog? My blog site is in the exact same area of interest as yours and my users would definitely benefit from some of the information you present here. Please let me know if this okay with you. Appreciate it!|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *